Crea sito

Afragola. Il sig. Antonio guarito due volte da Sant’Antonio

Anche quest’anno, in occasione della Festa del Santo, abbiamo ricevuto diversi messaggi sulla pagina facebook Sant’Antonio di Afragola – La Voce del Santo di testimonianze di “miracoli” e grazie avvenute per intercessione di Sant’Antonio ad Afragola. Ve ne proponiamo una di seguito per la particolarità della storia: 

Il racconto

La storia che vi raccontiamo ha per protagonista un signore, nato nei primi giorni di giugno degli anni ’40 del ‘900. I genitori che avevano già diversi figli, per l’approssimarsi della Festa del Santo, decisero di affidarlo alla protezione di Sant’Antonio e gli diedero il nome di Antonio. Mai scelta fu più adatta. Il bambino trascorse i primi tempi in serenità e salute ma, d’improvviso, restò bloccato nei movimenti, non riuscendo più a camminare. La mamma con fiducia lo affidò al suo protettore Antonio e il bambino riprese a camminare. La protezione ricevuta convinsero quel bambino, oggi adulto, a ricorrere sempre alla intercessione del Santo e, diverse volte, durante il lavoro, ha avuto modo di ricevere conferma di quella particolare e speciale cura del Santo nei suoi confronti. L’amore e la fiducia per Sant’Antonio l’ha trasmessa anche ai figli. Una in particolare si è affidata a Sant’Antonio per ricevere il dono della maternità ed è stata favorevolmente esaudita. Infine, qualche anno fa, al signore Antonio è stato diagnosticato un tumore all’esofago. Durante il ciclo di chemioterapia per fermare il “male” Antonio ha deciso di recarsi alla Basilica e Santuario di Afragola (Na) per venerare il Santo e chiedergli ulteriormente la sua protezione. Scrisse su un bigliettino la sua richiesta e lo imbucò nella cassetta ai piedi del “trono” del Santo (dietro l’altare maggiore dov’è conservata anche una Reliquia Insigne del Santo donata dai Frati di Padova nel 1995). Il tumore, dopo poco, era del tutto sparito. 

Il voto

La figlia del sig. Antonio che ha ricevuto il dono della maternità (per ben tre volte), ogni anno, da ben 21 anni, il 13 giugno, raggiunge a piedi il Santuario di Afragola (partendo da Casalnuovo) per ringraziare il Santo dei tanti prodigi operati nella sua famiglia. Tre nipoti del sig. Antonio portano ugualmente il nome Antonio e si affidano alla intercessione del Santo Taumaturgo, anzi ci è stato chiesto di pregare per loro affinchè possano sempre avvertire questa speciale protezione.