Crea sito

Napoli. Madre Flora De Santis, l’Apostola del Volto Santo, in un libro del prof. Ulderico Parente.

Copertina del Libro su Madre Flora

Serata speciale, sabato 26 gennaio, al Tempio dei Ponti Rossi. E’ stato presentato il testo   “Madre Flora, una vita per il Volto Santo”,  un’agevole ed accurata monografia  su Madre Flora De Santis (1899-1969) – la donna che ha fatto dell’Apostolato del culto e della diffusione del  Volto Santo la sua esistenza

Scritto dal prof. Ulderico Parente e pubblicato nell’ottobre del 2012 dalla “Edizioni Digi Graf” di Sasso Marconi (BO), il testo si presenta quasi come un tascabile (formato 14 x 21 cm) e consta di 166 pagine, arricchite da numerose foto della vita di Madre Flora; un layout che, insieme allo stile chiaro e intenso dell’autore – che anche questa volta, come in tutte le sue pubblicazioni,  non ha rinunciato all’acribia dello storico – dà un taglio divulgativo all’opera rendendone piacevole e fluida la lettura.

A parlarne è stato lo stesso Parente, docente di Storia Contemporanea presso l’Università LUISPO di Roma e già autore di qualificate pubblicazioni in ambito religioso come “Riformismo religioso e Sociale a Napoli nell’Ottocento”, testi di livello universitario,  nonché pregevoli monografie su figure religiose ‘minori’ tra le quali le biografie sui fondatori dell’Istituto delle Piccole Ancelle di Cristo RE, i Servi di Dio – in cammino di Santità-  padre Sosio Del Prete e sr. Antonietta Giugliano.

L’accademico, nel suo intervento, ha tratteggiato, con uno stile quasi colloquiale ma pregno di significati,  la parabola dell’esistenza terrena di questa donna, soffermandosi non solo sulla biografia, ma tracciando anche un profilo della sua spiritualità.

Siamo di fronte ad una donna di grande carità – ha detto l’accademico- Il segreto di Madre Flora è da ricercare nella condivisione che ha avuto con il popolo; era una donna che guardava tutti negli occhi. Non ha mai ‘slegato’ la Fede dalle opere. Ha fondato vari orfanotrofi, a partire da quello di Brusciano nel 1932, e testimoniato la sua fede quotidianamente.  Persino le difficoltà che ha incontrato per la costruzione del tempio dei Ponti Rossi, da lei desiderata per molti anni per dare stabilità al culto del Volto Santo, furono da lei vissute come un esercizio delle virtù teologali.”

Fedeli presenti alla presentazione del Libro di Ulderico Parente su Madre Flora De Santis

L’autore ha, poi, spiegato il ‘legame’ indissolubile tra Madre Flora e le Piccole Ancelledi Cristo RE  che operano dalla costruzione della Casa del Volto Santo, avvenuta negli anni Novanta, per una chiara volontà testamentaria di quest’ultima, avendone apprezzato e conosciuto il carisma  attraverso uno dei fondatori dell’Ordine,  padre Giacinto Ruggiero, divenuto suo consigliere e confessore. Parente ha concluso l’intervento annunciando altre iniziative per valorizzare il carisma di Madre Flora. Il simposio è stato introdotto da un momento di preghiera, pronunciato da sr. Elvira Minicozzi – l’attuale Superiora della Casa del Volto Santo che è subentrata recentemente alla Superiore uscente suor Clara Setola alla guida del tempio dei Ponti Rossi.

A seguire, un saluto di sr. Enzina Criscillo, che, in rappresentanza delle religiose della Congregazione delle “Piccole Ancelle di Cristo RE” –guidata dalla Superiore Generale sr. Maria Luisa Orgiani e dalla Segretaria Sr. Leonia Buono - ha ringraziato il prof. Parente per l’accuratezza e la precisione del suo libro.

Suor Enzina ha poi espresso una lode al Cardinale Crescenzio Sepe per aver arricchito il volume con una sua prefazione nella quale – oltre agli apprezzamenti al prof. Parente –  l’amato Arcivescovo sottolinea   “l’amore del popolo napoletano verso Madre Flora, una donna semplice e dimessa, ma con un’energia spirituale inesauribile, verso la quale i fedeli avvertirono sin da subito  l’inconfondibile odore della santità”.

Ha fatto da cornice all’incontro, oltre ad uno stuolo di religiose del Cristo Re,  una folta rappresentanza di zelatori e zelatrici (circa 150 persone) che, alla fine della presentazione, hanno rese toccanti testimonianze sulla figura di Madre Flora, attestandone  l’attualità del sua carisma e la fama di Santità sempre più presente a più di quarant’anni dalla sua morte, avvenuta il 31 maggio 1969.

                                                                                                        Antonio Boccellino