Crea sito

Categorized | Analisi e Notizie

Galateo Religioso

divieto in chiesaNella odierna società è evidente la mancanza di rispetto verso il Santissimo Sacramento dell’Eucarestia e il Tempio Sacro (Chiesa) destinato ad ospitare le funzioni del culto cattolico. Purtroppo questa cattiva moda coinvolge molti fedeli e anche i religiosi, vogliamo allora, brevemente, nel nostro piccolo, pubblicare una serie di regole che potrebbero rappresentare il galateo del comportamento del buon credente.

Vogliamo ricordarvi che la Chiesa, come Casa di Dio, è chiamata ad essere il luogo di incontro tra creatore e creature. È necessario quindi comportarsi in modo dignitoso e averne la massima cura:

- Si entra in Chiesa con un abito consono al rispetto da avere verso l’Eucarestia e al decoro e pudore da avere nei confronti dei fratelli, gli uomini non devono quindi dimenticare di togliere il cappello, non devono usare calzoncini ne avere calzoni troppo stretti o bassi, le donne invece devono evitare le scollature, gli abiti con maniche troppo corte e le minigonne.

- Occorre cercare di arrivare puntuale, sarebbe bene arrivare con 10 minuti di anticipo per poter entrare nel clima di raccoglimento dovuto, perché il ritardo può essere di disturbo alla preghiera degli altri.

- Prima di entrare in chiesa spegni il cellulare e non entrare in chiesa se stai masticando gomme o caramelle, se stavi fumando non gettare la cicca davanti la Chiesa, anche il sagrato è un luogo sacro.

- Appena entrato fai, senza fretta, il segno della Croce con l’acqua benedetta. Il gesto infatti ricorda il tuo Battesimo che ti ha reso figlio di Dio (può anche essere inteso come un rituale di purificazione prima di entrare in Chiesa, allo stesso modo di come in altre religioni ci si toglie le scarpe prima di entrare nel luogo sacro).

- Dopo il segno della Croce indirizzati verso la Cappella destinata a custodire il Santissimo Sacramento dell’Eucarestia e inginocchiati ad adorare il tuo Signore (piegando il ginocchio fino a terra oppure facendo un inchino profondo).

- Solo ora, se vuoi, puoi fare un gesto di riverenza alle immagini della Madonna e dei Santi, che possono intercedere per te nell’incontro con Gesù.

- Dovendo prendere posto, cerca di occupare i posti liberi che siano il più vicino possibile all’altare, in modo da pregare in unione con gli altri fedeli, riuscendo a scambiare facilmente i gesti liturgici e lasciando gli ultimi posti a chi arriva con ritardo.

- Nel pregare unisci la tua voce a quella degli altri, quindi non gridare e cerca di andare “a tempo”, quando si può cerca di partecipare al canto.

- Se porti i bambini in chiesa, educali alla preghiera, insegna il comportamento da tenere e sorveglia che non disturbino l’assemblea in preghiera. 

- Se vuoi accendere una candela o fare un’offerta evita di farlo durante la celebrazione.

- Cerca di non andare via prima che il sacerdote abbia congedato l’assemblea, il momento di preghiera termina con la benedizione finale, se possibile partecipa anche al canto finale.

- Ricorda che in Chiesa unico colloquio ammesso è quello con il Signore, quindi evita di chiacchierare e se è necessario fallo sempre sottovoce, quasi bisbigliando. Terminata la Messa se vuoi salutare i conoscenti cerca di farlo uscendo dalla Chiesa per evitare di disturbare chi vuole fermarsi a pregare.

- Se devi confessarti, evita di farlo durante la Messa, i due momenti non devono accavallarsi, e mentre attendi approfitta per fare un esame di coscienza.

- Durante la Celebrazione: devi restare seduto durante le letture, escluso il Vangelo; all’omelia; mentre vengono presentati il pane ed il vino; finché non si è risposto all’invito “Pregate fratelli”; dopo la Comunione, in attesa della preghiera finale. – devi inchinare il capo durante il Credo, alle parole “e per opera dello Spirito Santo … e si è fatto uomo”. – devi inginocchiarti durante la consacrazione, cioè dall’invocazione dello Spirito sul pane e sul vino, fino a “Mistero della Fede”. In tutti gli altri momenti si sta in piedi.

Come ricevere la Santa Ostia della Comunione con Gesù: - negli ultimi anni c’è un abuso nel ricevere l’Eucarestia in mano, spesso i sacerdoti non preparano i fedeli in modo adeguato e questi si recano a prendere Gesù anche con le mani non pulite o tralasciando il giusto rispetto che andrebbe indirizzato al Sacramento, pertanto continua ad essere preferibile prendere la Santa Ostia direttamente in bocca, come da esempio del Papa Emerito Benedetto XVI e di Papa Francesco (che la distribuiscono solo in bocca e stando in ginocchio). A questo proposito, occorre ricordare che solo le mani consacrate del Sacerdote sono delegate a toccare la Particola Consacrata. San Tommaso d’Aquino scriveva: «Il Corpo di Cristo appartiene ai Sacerdoti… Esso non sia toccato da nessuno che non sia consacrato… eccetto in casi di estrema necessità».

G.R.

One Response to “Galateo Religioso”

  1. Stron says:

    Wow! Great to find a post with such a clear mesgesa!

Trackbacks/Pingbacks