Crea sito

Categorized | Giubileo 2016

Giubileo. L’Arcidiocesi di Cosenza apre 24 Porte Sante

Sua Ecc.za Mons. Francescantonio Nolè dell’Ordine dei Frati Minori Convenutali, attualmente Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano, ha deciso di elevare al rango di Chiese Giubilari 24 luoghi di culto dell’arcidiocesi. Tra le più antiche e importanti diocesi della Calabria, la sede vescovile ha circa 400mila fedeli suddivisi nelle 127 parrocchie dei suoi 2.537 km. L’Arcivescovo dando attuazione alle disposizioni promulgate dal Santo Padre Francesco, che ha stabilito un Anno Santo dedicato alla Misericordia dal 8 Dicembre 2015 al 20 Novembre 2016, con decreto ha costituito una Commissione diocesana per il Giubileo e ha stabilito che nel corso dell’Anno Santo straordinario ci saranno dodici luoghi giubilari permanenti e dodici temporanei (nei quali si potrà ottenere l’Indulgenza plenaria solo in determinati periodi dell’anno).

Cattedrale CosenzaLa prima Chiesa Giubilare, come è ovvio che sia, sarà la Basilica Cattedrale e, nel pomeriggio di domenica 13 dicembre, con l’apertura della sua Porta Santa l’Arcivescovo darà inizio al Giubileo straordinario. La Cattedrale, dedicata all’Assunzione di Maria Vergine, fu costruita sul luogo dove esisteva una chiesa dell’XI secolo e fu terminata nel 1222. Composta da una struttura a croce latina, con aula suddivisa in tre navate di otto campate ciascuna, custodisce, nella prima cappella della navata sinistra, la miracolosa icona bizantina della Madonna del Pilerio del XII secolo. Al suo interno sono anche conservati il sarcofago di Enrico VII e il sepolcro di Isabella d’Aragona. Di indescrivibile valore religioso è la Stauroteca, un prezioso reliquiario contenente frammenti della Croce di Gesù, donata dall’Imperatore Federico II di Svevia in occasione della cerimonia di consacrazione della Cattedrale avvenuta il 30 gennaio del 1222.

Lunedì 14 dicembre verranno aperte le Porte Sante presso la concattedrale di Bisignano; la Basilica San Francesco di Paola a Paola; la Basilica del Beato Angelo ad Acri; la Basilica Madonna della Catena di Laurignano; l’Abbazia Florense di San Giovanni in Fiore; il Santuario del Santissimo Crocifisso di Cosenza; il Santuario della Madonna della Serra di Montalto; il Santuario diocesano di Santa Maria di Mendicino; il Santuario di San Francesco a Paterno; la Chiesa di San Giuseppe a Scigliano; la Chiesa di San Bernardino ad Amantea.

L’Arcivescovo Mons. Nolè per la grande devozione dei popoli della Calabria verso il loro Patrono San Francesco di Paola, oltre a concedere la dignità alla Basilica di Paola e al Santuario di Paterno Calabro, ha stabilito che Chiese Giubilari temporanee saranno altri luoghi di culto legati a questo inclito protettore, in particolare la Casa Natale di San Francesco a Paola sarà chiesa giubilare per le feste dedicate a San Francesco e nei 13 venerdì e le Chiese di San Francesco di Paola a Cosenza e a Spezzano Sila riceveranno tale dignità per la quaresima, nelle feste di San Francesco e nei 13 venerdì.

Altre Chiese riceveranno il privilegio Giubilare in occasione del Novenario e per la Festa nel caso di Santa Liberata a Santo Stefano di Rogliano; Santa Maria delle Grotte a Carpanzano; Luoghi di San Nicola da Longobardi; Cuore Immacolato a Cocozzello di Acri; Ecce Homo a Dipignano. Poi Sant’Umile da Bisignano a Bisignano per il tempo di Quaresima e per il novenario; Santa Maria delle Grazie a Lago per il Novenario e nel mese di Maggio; Santa Maria Sambucina a Luzzi nel mese di Maggio e Agosto; Sant’Agostino a Cosenza per l’ottava di Pasqua.