Crea sito

Afragola. Innalzamento Quadri Sant’Antonio

Cari amici, è ormai alle porte la festa del Taumaturgo Antonio e, come da consuetudine, il 13 maggio, verranno innalzati in diversi punti della città di Afragola, i quadri o vessilli di Sant’Antonio. Vogliamo riproporvi e narrarvi, anche quest’anno, l’evento con un “Ieri e Oggi” che possa facilmente farvi comprendere la tradizione dell’Innalzamento.

L’innalzamento Ieri

Questa dell’innalzamento è una devozione secolare, dal testo, del 1939, “Cenni storici e Guida della Chiesa del Convento e del Collegio di Sant’Antonio di Padova in Afragola”, del Prof. Angelo Giacco, si legge:

“La Festa ha inizio con l’innalzamento del famoso “Pallio”, che ha luogo verso la metà del mese di Maggio (da un “Taumaturgo di Sant’Antonio di Afragola”, del 1927, già è specificato il 13 maggio).
È curioso il modo popolare come viene svolta la celebrazione iniziale, ecco: si unisce un gran numero di persone, che prendono alcuni arazzi e un grande stendardo, i cui fiocchi sono mantenuti da ragazzi, e si forma un corteo, accompagnato da alcuni musicanti (tra i quali sono caratteristici un Tamburino e un fischietto). Cosi si gira per alcune vie del paese fino ad arrivare in Piazza Belvedere, Municipio ed altre entrate della città, luoghi designati per l’innalzamento degli arazzi, che vengono sospesi, legati con corde, ciascuno a due balconi opposti, in modo che gli arazzi risultino trasversalmente alla strada. Al suono del fischio, del tamburino e di altri strumenti a fiato, fanno eco centinaia e centinaia di ragazzi, che  freneticamente acclamano e fanno molta baldoria, specialmente nel momento in cui si elevano gli arazzi. Allora tutti sono ebbri di gioia, segue una grande confusione, un vociare, un suonare di campane, uno sparo di mortaretti e di altri fuochi artificiali”.

 “L’innalzamento Oggi

Quadro di Sant'Antonio  di Afragola realizzato dal Maestro Gregorio Vitale nel 2013

Quadro di Sant’Antonio di Afragola realizzato nel 2013 dal Maestro Gregorio Vitale

Attualmente la festa dell’Innalzamento dei quadri è in parte cambiata, negli ultimi anni, dall’ex Parroco Padre Mario Folliero, è stata introdotta la presentazione dei quadri alla città. Il 12 maggio (oppure il martedì precedente), durante la Celebrazione Eucaristica delle 19:00 , i fedeli delle diverse strade ove dovranno essere innalzati i quadri si presentano in Basilica per chiedere che questi vengano benedetti.
Il Celebrante durante la Messa recita: “Dio, fonte di ogni grazia e santità, guarda con amore i fedeli di (nome della strada) che hanno preparato queste immagini di Sant’Antonio, amico ed erede di Cristo fedele testimone del Vangelo: donaci di sperimentare l’efficacia della sua intercessione presso il trono della Gloria”.
Successivamente i vessilli, che oggi hanno raggiunto il numero di 13, vengono portati sull’altare da due fedeli in rappresentanza di ogni strada o rione che dovrà accogliere il quadro.

L’indomani (13 maggio) alle ore 17:00, il Rettore o il Parroco, inizia il rito con l’innalzamento del primo quadro sul sagrato della Basilica e si porta, poi, negli altri luoghi prestabiliti, e dopo aver benedetto il quadro, mentre questo è innalzato trasversalmente alla strada, legato con corde a due balconi, c’è lo sparo di fuochi pirotecnici e inni antoniani o marce religiose suonate da alcuni musici. I Quadri o vessilli, hanno su un lato l’immagine di Sant’Antonio di Afragola, e sull’altro alcune scritte come “Sant’Antonio Afragola è tua”, due braccia incrociate o una croce. I luoghi attualmente deputati ad accogliere i vessilli sono: Viale Sant’Antonio, Corso Garibaldi, Piazza Gianturco, Rione Gescal, Via Torino, Corso Enrico De Nicola, Via Dario Fiore, Via San Marco, una traversa di Via Saggese, Via Mocerino, Piazza Ciampa e Piazza Municipio (ancora oggi cuore della Festa durante la peregrinatio).

Di seguito pubblichiamo alcuni video pubblicati sul nostro Canale YouTube dedicato a Sant’Antonio di Afragola

Presentazione Quadri il 12 Maggio 2013

Presentazione e Innalzamento Quadri 13 maggio 2011

Innalzamento Quadri 13 maggio 2009