Crea sito

Sant’Antonio mi ha fatto un inatteso regalo di compleanno

Anche quest’anno abbiamo una storia da raccontarvi, una grazia ottenuta per intercessione del nostro amato Sant’Antonio. Ce l’ha raccontata il giovane Mario Fico sulla pagina facebook “Sant’Antonio di Afragola – La Voce del Santo”.

sant'antonio afragola 2016Mario quando aveva poco più che 14 anni iniziò ad avere una allarmante polmonite a focolai multipli, fu ricoverato nell’ospedale di Frattamaggiore e, nella stanza dove riposava, vedeva su un marmo il viso di Padre Pio. Quella immagine (chiamiamola impropriamente visione) non gli dava la sicurezza di guarire ma gli faceva presagire che la sua vita sarebbe arrivata ben presto alla fine. Dopo 15 giorni di ricovero le condizioni di salute si aggravarono e fu trasferito all’ospedale Cardarelli a Napoli, la degenza durò 3 mesi e molto altro tempo occorreva per dare la possibilità alle cure di sortire qualche giovamento. Fu in quel momento che nella vita di Mario intervenne il glorioso protettore Sant’Antonio. Una signora che conosceva il ragazzino gli riferì di aver fatto un sogno, sognò di stare nel Santuario e che ai piedi del Santo pregava per la sua guarigione e per ottenere il suo ritorno a casa. La signora raccontò a Mario di aver visto il Santo scendere dalla sua cappella, avvicinarsi a lei e riferirle che Mario sarebbe tornato a casa nel giorno del suo compleanno. Mario, ascoltato il racconto della signora, restò un po’ incredulo, si fidava della potente intercessione del Santo però quell’anno il 15 aprile (giorno del suo compleanno) era di domenica e la domenica i pazienti non vengono dimessi dagli ospedali. Mario vuole condividere con noi questa storia per ringraziare il Santo di Afragola e per attestare che deve a lui la sua guarigione, dimenticavo: Mario guarì e fu dimesso il 15 aprile, anche se era di domenica.