Crea sito

Afragola. “Libri e parole…sul sofà di Sant’Antonio” – VIII edizione

Giunto ormai alla sua ottava edizione il ciclo di appuntamenti letterari organizzati, dai Frati Minori e dall’Ordine Francescano Secolare, presso la Sala San Ludovico da Casoria della Pontificia Basilica di Sant’Antonio ad Afragola (Na).

  • sofà 2017 - 8.edizioneIl 4 Marzo alle ore 17.00 è previsto il primo incontro che vedrà come protagonista Roberta Vinerba, suora francescana della diocesi di Perugia e presidente della scuola di dottrina sociale “Circolo Giorgio La Pira” di Perugia. Suor Vinerba ci presenta il libro “Con lui Dio non si era sbagliato”, la storia di Giampiero Morettini, seminarista della diocesi di Perugia, morto a trentasette anni per complicazioni sorte in seguito a un intervento al cuore. Dopo un’adolescenza e una giovinezza vissute lontano dalla chiesa, Giampiero ritorna decisamente alla vita di fede grazie a un’esperienza vissuta durante l’annuale benedizione pasquale nel negozio di alimentari che, con la madre, ha aperto nel centro storico di Perugia. Un giovane mite e discreto, che ha dato prova di incarnare il Vangelo nell’ordinarietà della vita quotidiana e il cui desiderio, come egli stesso scrisse nel suo testamento indirizzato al parroco di Castel del Piano, era quello di «diventare santo».
  • L’11 Marzo alle ore 18.30 il secondo appuntamento vedrà la presentazione del libro “La santa puttana. Storia vera di una conversione scandalosa” di Roberto Beretta, giornalista nelle pagine culturali di Avvenire. Il testo narra la storia di una “donna di strada”, tale Maria di Napoli, che scrive all’emittente più cattolica d’Italia, Radio Maria, chiedendo di essere aiutata a cambiare vita. Decine di migliaia di persone cominciano a fare il tifo per la prostituta che si sta convertendo. In pochi mesi la giovane compie un cammino folgorante: comincia a frequentare la chiesa, scappa dai protettori, va a Lourdes e da padre Pio, si confessa, perdona il papà che l’aveva violentata da bambina, scrive lettere sempre più devote e sembra non fermarsi più nella sua corsa verso la santità. Una telenovela mariana? Un reality da Sacro Cuore? Una soap-opera per pie donne devote? No. Una storia vera.
  • Il 18 Marzo alle ore 18.30 il terzo appuntamento. Durante la serata verrà presentato l’ultimo libro di Lucia Antinucci,dottore in Teologia Dogmatica, dal titolo: “Elisabetta d’Ungheria. La Regina dei poveri”Nelle pagine si narra la breve esistenza di Elisabetta d’Ungheria, un esempio di donna pienamente realizzata: abile e saggia principessa, moglie innamorata, madre affettuosa. A tutto ciò ha unito un instancabile servizio ai poveri ed ai lebbrosi, una fede profonda segnata anche da esperienze mistiche. La vicenda della giovane principessa, pur essendo contestualizzata nel Medioevo, risulta fortemente attuale anche per l’audacia, il coraggio nel contrastare i pregiudizi e le ipocrisie dell’ambiente di corte, la libertà e la creatività evangelica nel superare gli schemi religiosi del suo tempo.
  • Il 25 Marzo alle ore 18.30, ci sarà il quarto ed ultimo appuntamento della rassegna con la presentazione del libro di Lina Chianese Litto “Giovannino ritorna: dalla guerra con amore”. Il bel racconto prende le mosse da una vicenda vera, una storia d’amore, bella quanto dolorosa, finita, grazie a Dio, felicemente: sfida la furia della guerra e trionfa su tutte le sofferenze e le ambasce dei due protagonisti. È la storia di Giovannino e di Ermelinda. E’ una storia d’altri tempi, una bella storia d’amore, che ci trasporta in una sana e festosa atmosfera paesana degli inizi del ‘900, fatta di usi e di costumi ormai dimenticati. Il testo si inserisce nel panorama delle commemorazioni della Prima Guerra Mondiale.