Crea sito

Categorized | Francesco e i suoi Frati

Testo del canto “Salve Francesco”

Di seguito trascriviamo l’inno che i francescani, religiosi e terziari, cantavano al serafico loro “santo padre” Francesco. Un bel canto che, negli anni quaranta del XX secolo era diffusissimo e che, purtroppo, oggi, è andato in disuso! 

san francesco afragolaSalve, Francesco, o nostro Padre Santo, che fosti specchio di purezza e amor, Tu rinunciando ogni terreno incanto, più grande fosti innanzi al tuo Signor.

rit.: O Serafin Francesco, Araldo del gran Re, mostra di nuovo ai popoli la via di Cristo in te.

In pura, santa e celestiale ebbrezza, chiamasti tua Signora, Povertà: l’amor divino fu sola tua richezza, Cristo tua gloria e tua felicità.

rit.: O Serafin Francesco, Araldo del gran Re, mostra di nuovo ai popoli la via di Cristo in te.

Rapiti e accesi dalla tua parola tutti anelavan l’orme tue seguir: tre Ordini fondasti allor, che scuola sono e palestra il ciel a conseguir.

rit.: O Serafin Francesco, Araldo del gran Re, mostra di nuovo ai popoli la via di Cristo in te.

L’appassionato Rdentor le istesse stimmate sue d’amore e di dolor nel cor, nei piedi, e man t’impresse, te rivelando Serafin d’amor.

rit.: O Serafin Francesco, Araldo del gran Re, mostra di nuovo ai popoli la via di Cristo in te.

Morte s’appressa: un canto di vittoria, alzi all’Eterno, presso al tuo morir, ma la tua patria pria che il cielo in gloria brami vedere ancora e benedir!

rit.: O Serafin Francesco, Araldo del gran Re, mostra di nuovo ai popoli la via di Cristo in te.