Crea sito

Giubileo a Napoli. 25 Chiese della Misericordia ed una sola Porta Santa

L’Arcidiocesi di Napoli ha ufficializzato che avrà una sola Chiesa Giubilare (non cinque come per il Giubileo del 2000) è sarà la Chiesa Cattedrale, altre venticinque tra Basiliche e Santuari saranno Chiese della Misericordia.

cattedralenapoliL’apertura della Porta Santa avverrà Sabato 12 dicembre 2015 alle ore 17.00. Tutti i fedeli che vorranno parteciparvi si troveranno per le ore 16.30 presso la Parrocchia dei Santi Apostoli, da lì si snoderà la processione verso la Cattedrale. Per tutto l’Anno Giubilare straordinario, in Duomo, sarà possibile trovare dei sacerdoti per le confessioni e ci saranno celebrazioni eucaristiche alle ore 09.00 (nella Cappella del Tesoro), alle 11.00 e alle 18.30. I Decanati e le comunità parrocchiali, che si recheranno in Cattedrale per attraversare l’unica Porta della Misericordia e ricevere il dono dell’Indulgenza Plenaria, si raduneranno per un momento di preghiera presso le Chiese parrocchiali di San Giorgio Maggiore (inizio Via Duomo) o dei Santi Apostoli (adiacente Piazza Donnaregina). Dopo una sosta presso la Porta della Misericordia e la proclamazione del Vangelo di Giovanni 10,1-10 un canto accompagnerà l’ingresso dei fedeli in cattedrale dove ci sarà la celebrazione eucaristica o il Vespro con l’adorazione eucaristica, non bisogna dimenticare di professare la propria fede (credo) e pregare per il Papa e secondo le sue intenzioni.

porta santa papa francescoOccorre chiarire che le Chiese della Misericordia non saranno luoghi giubilari ma favoriranno la preparazione dei fedeli a vivere il dono dell’Indulgenza Plenaria (che sarà quindi lucrabile solo con il pellegrinaggio al Duomo). In queste Chiese della Misericordia, ogni venerdì, giorno penitenziale sin dall’antichità o in un altro giorno scelto dal presbiterio decanale, nelle ore serali si terranno incontri di catechesi e celebrazioni del Sacramento della Penitenza affidate ai sacerdoti del decanato. L’Anno Santo dedicato alla Misericordia si propone di riscoprire questo Sacramento la cui celebrazione è un atto liturgico e come tale andrà celebrato con decoro, nel luogo suo proprio che è il confessionale e con la veste liturgica (camice e stola viola). Sarà cura dei decani organizzare un calendario di presenza dei Sacerdoti presso la Chiesa della Misericordia del proprio territorio.

giubileomisericordiaIl Cardinale ha anche stabilito che la prima Stazione Quaresimale sarà da lui presieduta in Duomo, mentre nelle altre domeniche di quaresima saranno presiedute dai Vescovi Ausiliari o dai Decani. Le Lectio divine, nei mercoledì di quaresima, avranno come tema della meditazione il Secondo Libro di Sameuele e si terranno il 17 febbraio presso il Santuario dell’Immacolata a Chiaia; il 24 febbraio ad Afragola nel Santuario di Sant’Antonio; il 2 marzo nel Santuario dell’Addolorata di S. Gaetano Errico e della Misericordia a Secondigliano; il 9 marzo nella Basilica di San Gennaro ad Antignano; il 16 marzo nel Santuario della Madonna della Neve a Ponticelli. La Via Crucis, nella sera del Venerdì Santo, sarà guidata dal Cardinale Sepe e avrà inizio dalla Parrocchia di Santa Caterina a Formiello (Porta Capuana) per concludersi in Cattedrale. Nella Solennità del SS. Corpo e Sangue del Signore la processione eucaristica guidata dal Cardinale Arcivescovo partirà dalla Basilica di Santa Chiara e raggiungerà il Duomo. La domenica successiva i Decani, sentito il presbiterio locale, potranno organizzare la processione eucaristica nei rispettivi decanati.

Ogni Decanato avrà almeno una Chiesa della Misericordia (in totale saranno 25), eccole elencate di seguito:

I. Decanato: Basilica del Carmine Maggiore (nel 2000 era una delle cinque Chiese Giubilari dell’Arcidiocesi) e Gesù Nuovo. Nell’isola di Procida la chiesa di San Michele (a Maggio), il Santuario Santa Maria delle Grazie (a Luglio) e Santa Maria della Pietà (a Settembre);

II. Decanto: Basilica dell’Incoronata Madre del Buon Consiglio;

III. Decanato: Santa Brigida;

IV. Decanato: Santa Maria di Piedigrotta (nel 2000 era una delle cinque Chiese Giubilari dell’Arcidiocesi);

V. Decanato: Basilica di San Gennaro ad Antignano;

VI. Decanato: Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe a Casoria;

VII. Decanato: Santuario dell’Addolorata di San Gaetano Errico e della Misericordia a Secondigliano;

VIII. Decanato: Santa Maria Maddalena a Scampia e SS. Salvatore a Piscinola;

IX. Decanato: Basilica Madonna della Neve a Ponticelli;

X. Decanato: Maria SS. Immacolata a Marano, Maria delle Grazie a Melito, Chiesa del Purgatorio a Villaricca e la Chiesa del Cuore di Gesù a Mugnano; 

XI. Decanato: Basilica di Sant’Antonio di Padova ad Afragola (nel 2000 era una delle cinque Chiese Giubilari dell’Arcidiocesi);

XII. Decanato: Santuario San Sebastiano martire a San Sebastiano al Vesuvio, Santuario San Giorgio martire a San Giorgio a Cremano, Basilica Santa Maria a Pugliano ad Ercolano;

XIII. Decanato: Santuario dello Spirito Santo a Torre Annunziata, Santuario Maria SS. del Buon Consiglio e Basilica di Santa Croce nella città di Torre del Greco (Santa Croce nel 2000 era una delle cinque Chiese Giubilari dell’Arcidiocesi).