Crea sito

Afragola. Gemellaggio con Lisbona in nome del Santo dei Miracoli

gemellaggio afragola lisbonaUn “patto di amicizia” in nome di Sant’Antonio, tra la città di Lisbona dove nel lontano 1195 nacque lo stesso frate francescano venerato a Padova e ad Afragola. Il gemellaggio è stato stipulato, nella Solennità dell’Epifania, presso la Basilica Pontificia di Afragola, nel corso di una sacra liturgia presieduta dal M.R.Padre Carlo Maria D’Amodio, Ministro della Provincia SS. Cuore di Gesù dei frati minori, e dal M.R.Padre Armindo de Jesus Ferreira,  Ministro Provinciale dei S. Martiri di Marocco in Portogallo. Presenti all’evento, Padre Marcello Pronestì, Rettore della Basilica di Afragola e Padre Francisco Sales Diniz, Rettore del Santuario di Lisbona che hanno sottoscritto le pergamene attestanti il gemellaggio. Testimoni della firma, il Sindaco di Afragola, on. Domenico Tuccillo, il Presidente dell’Associazione San Bonaventura, dott. Carlo Caccavale, ed uno stuolo di francescani, ad iniziare dal parroco Fra Luigi Campoli, dal viceparroco Fra Michele Giuliano ed altri. Gli attestati sono stati ratificati, nei giorni successivi, anche da S. E. Mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo prelato di Pompei e da S. E. Mons. Valentino Di Cerbo, Presule della Diocesi di Alife-Caiazzo.

Abbiamo accolto – ha chiosato Fra Luigi Campoli – il molto reverendo Padre Provinciale Armindo de Jesus Ferreira e il Rettore del Santuario di Lisbona Padre Francisco Sales Diniz per questa bella pagina per la nostra comunità, per l’ambito civile e religioso. Il popolo di Afragola è contento di quest’occasione di gemellaggio perché è sia un alto momento di spiritualità ma anche di profonda devozione e tradizione attorno al Santo di Padova. Padre Armindo lo ha definito il Santo del mondo, ed io è il Santo di Afragola”

sant'antonio afragola testa più grande al mondoL’iniziativa rientrava nella manifestazione  “Sant’Antonio: i mille volti di una devozione” che si è svolta in città dal 5 al 12 gennaio: una bella ed apprezzata kermesse che, oltre ad aver sancito il gemellaggio tra le città di Lisbona ed Afragola,  ha visto l’avvicendarsi di  momenti liturgici, spettacoli, conferenze e convegni. Degna di nota anche la gettonatissima mostra “I tesori di Sant’Antonio” attraverso la quale i fedeli, facendo un itinerario all’interno del convento, hanno potuto apprezzare i preziosi oggetti che i Frati hanno raccolto e custodito nel corso dei secoli: manoscritti, cinquecentine, ex voto, ostensori, reliquiari, ecc. nonché la biblioteca conventuale multimediale. 

Da segnalare, infine, l’installazione artistica del Maestro scultore Lello Esposito,  che ha realizzato un volto del Santo di grandi dimensioni collocato nelle aiuole antistanti il sagrato della Basilica: l’opera è stata inaugurata, nella mattinata di domenica 8 gennaio, e benedetta da S.E. Mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo di Pompei, dopo la Santa Messa e con il sottofondo delle “campane a festa” e momenti folkoristici. Una bella pagina per la città di Afragola e per i frati, in sintesi; una rassegna di eventi qualificati, fortemente voluta dal Sindaco On. Domenico Tuccillo, e resa possibile grazie all’ottenimento dei finanziamenti regionali che il Comune ha ricevuto, lo scorso agosto, con la finalità specifica di creare e promuovere “un itinerario turistico, religioso, culturale dedicato a Sant’Antonio”.

                                                                                                             Antonio Boccellino